PERFORMANCE Stumm di Annalisa Cattani

Annalisa Cattani 
Giovedì 18 luglio alle ore 19, al DoubleRoom arti visive di Trieste, si terrà l’intima performance interattiva di Annalisa Cattani “Stumm”, un’azione unica in cui il pubblico è invitato a riflettere sui silenzi prodotti nella propria vita indossando un casco mobile stimolatore realizzato con Massimo Moretti Co.. La parola tedesca stumm significa infatti muto, e l’artista bolognese l’ha scelta proprio per la sua forte sonorità, creando così un ossimoro visivo volto a ribadire quanto ogni silenzio possa essere assordante.
L’iniziativa si inserisce nell’ambito dell’articolata rassegna 35 performance del Gruppo78, curata da Maria Campitelli in collaborazione con Massimo Premuda, in cui ampio spazio è stato dato al primo omaggio dedicato al grande artista austriaco Otto Mühl, scomparso di recente, e invitato nel 1978 a Trieste da ArteQuattro e Maria Campitelli per una serie di performance insieme ad Hermann Nitsch per presentare le azioni dell’Azionismo viennese in città. In mostra infatti, oltre a lettere originali e articoli d’epoca, sono esposte anche opere realizzate da Mühl nel periodo trascorso in città e le fotografie scattate da Mario Sillani Djerrahian e Fabio Balbi che documentano le performance di Mühl e Nitsch a Trieste.


STUMM (muto) performance interattiva di Annalisa Cattani
Un caschetto stimolatore muove il cuoio capelluto permettendo un processo di concentrazione e rilassamento, al fine di intraprendere meglio un percorso di psicodinamica indicato per cercare un luogo interiore in cui concentrarsi ad occhi chiusi su di un silenzio significativo.
La performance si fa percorso e rituale di ricerca sul sé attraverso esperienze condivise. In particolare, in quest’occasione, ci si concentrerà sul tema del silenzio e del monologo interiore come modalità di rielaborazione di esperienze irrisolte. I partecipanti vengono invitati a fare memoria di momenti in cui non sono stati in grado di gestire le relazioni interpersonali trovandosi di fronte all’impossibilità di replicare o imponendo ad altri il silenzio come soluzione.
Il silenzio, visto spesso come momento di relax e di pace interiore, è stato spesso in realtà un modo sbrigativo ed efficace per risolvere i conflitti, e in ambito di gender il “non dare la parola” è stato uno dei modi indiretti con cui alle donne non è stato concesso lo spazio adeguato. Si chiede pertanto, al fine di questa esperienza, di condividere delle storie e di interlacciarne la narrazione lasciandone traccia su di un quaderno.

Il Piccolo, Agenda, 18 luglio 2013

Annunci

One thought on “PERFORMANCE Stumm di Annalisa Cattani

  1. Pingback: Eventi FVG: Performance “Stumm” di Annalisa Cattani al DoubleRoom di Trieste | Eventi in Friuli Venezia Giulia TemporealeFVG.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...